Cari amici di Scrivere a colori oggi vi presento questo evento stellare dedicato ai sognatori.

Vediamo più nel dettaglio di cosa si tratta.

Che cos’è il Dreamers Day?

Il giorno 8 ottobre 2017 dalle ore 9,30 alle ore 18,30 circa, il Teatro Dal Verme di Milano sarà lo scenario della terza edizione del Dreamers Day, il primo evento al mondo dedicato ai Sognatori.

Anche quest’anno School For Dreamers riunirà illustri esponenti dell’ambito della cultura, dello sport, della musica, dell’imprenditoria, della scienza, dell’arte, della medicina che hanno realizzato il proprio obiettivo, credendo nelle proprie capacità, nella forza del loro Sogno oltre ogni ragionevole dubbio.

Nelle scorse edizioni, il palco del Teatro dal Verme è stato calcato da uomini e donne straordinari, del calibro di Fabrizio Macchi, Carla Perrotti, Ervin Laszlo, Giovanni Gastel, Daniele Gilardoni, Mario Lavezzi, Andrea Illy- Illy Caffè, Pasquale Forte – Eldor Corporation, Alessandro Pizzoccaro – GUNA, Pier Mario Biava- Novacell.

Il Dreamers Day è un evento indimenticabile, durante il quale la passione degli speaker si fonde con momenti di grande spettacolo, di arte, di musica in una danza di emozioni che lasciano il pubblico senza fiato.

Lo dimostrano i numeri: più di 500 spettatori durante la prima edizione e più di 700 durante l’edizione del 2016.

L’energia che ne deriva è palpabile e fa nascere connessioni, nuove idee e collaborazioni non solo tra gli stessi ospiti, ma anche tra gli spettatori.

Nelle persone presenti si accende una scintilla, uno stimolo al cambiamento che rende concreta la frase “ce la farò anche io”, perché sognare è vivere.

Gli Ospiti:

Anche quest’anno importanti ospiti ispireranno il pubblico del Dreamers Day con il racconto delle loro storie. Storie di coraggio e determinazione, di chi ha trasformato gli ostacoli in opportunità, capovolgendo la visione ordinaria del mondo per dare vita al proprio Sogno:

  • Filippo La Mantia: Chef di fama internazionale che ha portato i sapori della Sicilia in tutto il mondo. Ex fotoreporter di cronaca nera, viene arrestato per un errore giudiziario e trascorre nel carcere dell’Ucciardone otto mesi. Durante la detenzione scopre l’arte culinaria e la usa per restituire umanità ai detenuti e farli sentire “a casa” anche solo per pochi attimi. Da quel momento essere “cuoco”, come lui si definisce, diventa la sua vita. Nel 2002 apre a Roma il suo primo ristorante, Zagara. E’ stato chef del Majestic di Roma e nel 2015 ha aperto a Milano il locale Filippo La Mantia.
  • Mario Volanti: nato a Messina il 15 Settembre 1953, fonda a Milano nel 1982 RADIO ITALIA SOLOMUSICAITALIANA. Musicista, compositore e speaker radiofonico, Volanti decide di reagire all’esterofilia dilagante in quegli anni anche nel settore musicale e fonda a Milano la prima radio privata di sola musica italiana. La sfida è ambiziosa, ma vincente: in breve tempo l’emittente conquista il gradimento del pubblico e rivoluziona il mercato
  • radiofonico posizionandosi nel 1992 al 1° posto tra le radio commerciali italiane e mantenendosi fino ad oggi tra le radio leader. In 35 anni di storia e di lavoro in uno scenario di grandi gruppi editoriali, Radio Italia è un sicuro punto di riferimento per la promozione e il sostegno della musica italiana, di cui è ambasciatrice in tutto il mondo, insieme a Radio Italia Tv, al sito radioitalia.it, all’etichetta discografica Solomusicaitaliana e ad un comparto social all’avanguardia. Chitarrista e cantante, Volanti ha fatto parte insieme ad alcuni amici del gruppo “La nuova gente” e partecipa al Festival di Sanremo 1976. Nel 1981 ritorna sul palco sanremese con gli “Opera”. La passione per la musica, le chitarre e la radio non lo ha mai abbandonato: ancora oggi va in onda con il suo programma quotidiano “La Classifica Italiana”, voce autorevole e ironica che accoglie, come in famiglia. La grande famiglia di Radio Italia.
  • Daniel Lumera: direttore della Fondazione MyLifeDesign e presidente della International School of Forgiveness (I.S.F.), scuola di formazione interamente dedicata alla divulgazione di una nuova idea ed esperienza di perdono, inteso in senso laico e universale, per la trasformazione degli individui, delle relazioni, della società e per la risoluzione dei conflitti tra stati, popoli, etnie e religioni. Il suo progetto “Dialoghi sul Perdono nelle carceri” porta una visione innovativa che ribalta in positivo la rabbia e la violenza che dimorano nelle prigioni.
  • Elisabetta Dami: donna eclettica e cittadina del mondo che sin da bambina respira il profumo dei libri e delle case editrici. Scopre di non poter avere bambini e trasforma la delusione e il dolore di quella scoperta, in un dono. Comincia a fare volontariato con i bambini che si trovano in ospedale e lì capisce che può essere una mamma universale, che regala loro un sorriso. Da qui nascono le storie e i libri di Geronimo Stilton, un topo che incarna i valori fondamentali dell’amicizia, del rispetto della natura, dell’onestà, della lealtà, della pace, dell’accoglienza, della gentilezza e che sarà presente con la sua creatrice sul palco del Dreamers Day. Geronimo Stilton è l’eroe di tutti i bambini e ha venduto 130 milioni di copie in tutto il mondo.
  • Marcia Wieder: CEO della Dream University in California, è un’ affermata leader del pensiero visionario e, come fondatrice del “The Meaning Institute”, insegna come costruirsi e trascorrere una vita appagante. E’ stata editorialista per il San Francisco Chronicle, scrive per l’Huffington Post ed è autrice di quindici libri. Ha insegnato alla Stanford’s Business School e ha assistito tre presidenti degli Stati Uniti, in qualità di presidente della “National Association of Women Business Owners”. E’ un membro della “Nobel Women’s Initiative”, che supporta il lavoro dei vincitori del Premio Nobel per la pace.
  • Adolfo Panfili: Chirurgo ortopedico con lunghissimo curriculum di valenza internazionale e uomo di grande cultura. E’ presidente dell’AIMO, Associazione Internazionale di Medicina Ortomolecolare di cui è il fondatore. E’ stato allievo del doppio premio Nobel Linus Pauling, inventore della medicina Ortomolecolare. Il Prof Panfili ha rivisitato ed ampliato questa scienza fondendola con altre scienze e tecniche fra cui l’uso delle cellule staminali. È il primo ad aver effettuato in Italia interventi di chirurgia robotica mini invasiva in ortopedia con il sistema Mazor. Inoltre è Trainer e Proctor del Dtrax, sistema mininvasivo di fusione e distrazione cervicale posteriore. Fondatore e direttore del primo Centro Italiano di Chirurgia Robotica Vertebrale Mininvasiva è uno dei più eminenti membri di chirurgia robotica alla “International Academy for Robotic Spine Surgery”. Il prof Panfili tratta vertebre, postura e nutrizione in stretta sinergia sin dall’inizio della sua trentennale attività professionale, sia dal punto vista chirurgico che manipolativo essendo tra l’altro il primo ortopedico in Europa a Diplomarsi in Best Chiropratica con il prof Ted Morter, uno dei migliori chiropratici al mondo, del quale è stato il miglior allievo europeo. Attualmente un pioniere nell’uso ed applicazione delle cellule staminali nel campo del benessere, dell’anti aging e della longevità, con particolare riferimento all’ortopedia, alla colonna vertebrale ed alla cervicale, all’aspetto dei danni cartilaginei per la prevenzione di malattie degenerative delle anche , delle ginocchia e dei dischi intervertebrali.
  • Principessa HH Al Reem Alteaniji: Filantropa, autrice, editrice, imprenditrice, amante dell’arte, influencer, ricercatrice, home maker, presidente e CEO di Awakening e Kintsugi. Mentre aspettava di andare avanti per migliorare la sua attività accademica, sua sorella ebbe un grave incidente. Le cose sono cambiate in un battito di ciglia. L’attenzione si spostò completamente verso ciò che era necessario per il recupero di sua sorella, divenne la priorità. La madre di AlReem era spesso fuori dal paese nei centri di riabilitazione che seguivano diversi trattamenti per la figlia ferita. AlReem si prese in carico i suoi due fratelli minori alla giovane età di 16 anni, svolgendo il ruolo della madre. In quegli anni ha trovato l’ispirazione a seguire il suo sogno che presto sarebbe diventata la chiamata della sua vita. AlReem ha fondato quello che viene chiamato “Awakening” una fondazione che lavora in tutto il mondo. Essendo un leader visionario e traendo forza dalla propria esperienza personale, AlReem ha rapidamente riconosciuto la necessità di fornire supporto a molti paesi dove le risorse sono limitate. L’educazione era una priorità. La Fondazione ha deciso di costruire molte scuole, fornendo risorse IT e fornendo l’apprendimento per i bambini a mettere loro a disposizione il miglior curriculum e gli insegnanti per fornire ciò che i bambini hanno bisogno come educazione di oggi, che continuano a creare come futuro. La visione di Awakening è quella di sostenere le persone nelle piccole imprese a non sopravvivere, ma a prosperare. Paesi che hanno ricevuto sostegno finora sono Madagascar, India, Pakistan e Seychelles Awakening ha sponsorizzato l’istruzione in orfanotrofi, centri di salute mentale e centri di bisogni speciali.
  • Michele Pengo: E’ attivo da oltre 30 anni nel settore della vendita diretta. Ha iniziato come venditore, ricoprendo tutti i livelli della carriera fino al ruolo di direttore vendite. Ha formato più di cinquemila venditori e dopo essersi certificato Business Coach, Master Practitioner in Pnl, Teacher Trainer dello Yoga della Risata, negli ultimi dieci anni si è dedicato allo studio delle potenzialità della persona. Il suo approccio è fondato sulla convinzione, approfondita negli studi a Los Angeles nel 2000, che l’atteggiamento mentale positivo unito ad una comunicazione efficace crei relazioni che favoriscono il raggiungimento degli obiettivi professionali e personali. Appassionato di fisica quantistica e biologia molecolare, ha introdotto una formazione innovativa nelle aziende utilizzando metodologie che portano ad un equilibrio dell’ambiente, consapevole che solo attraverso una continua ricerca del cambiamento di Sè si può liberare il proprio potenziale. Attualmente è direttore dell’Accademia Gioel per Essere.
  • Diana Bancale: travel blogger, nata a Napoli nel 1982. Ha studiato giornalismo a Parma, dove vive dal 2001. Un grande amore per i viaggi in solitaria e sempre troppo poco tempo per coltivarlo. Dopo una serie di lavori d’ufficio 40 ore a settimana, 5 giorni su 7, ha deciso che questa vita non faceva più per lei.

Si è iscritta a un master in marketing del turismo e social media, ha lasciato il contratto a tempo indeterminato e nel 2014 ha aperto il suo blog di viaggi “in viaggio da sola”.

Oggi il suo lavoro consiste nel viaggiare e raccontare sul sito e i social media dei suoi viaggi, gestendo progetti di promozione turistica per tour operator ed enti del turismo.

Affianca inoltre le aziende nella gestione dei loro canali social e scrive articoli di viaggio per magazine online.

  • Stefano Caccavari: imprenditore di 29 anni, già noto per l’iniziativa dell’Orto di famiglia, riesce a salvare, grazie all’amore per la sua terra, l’ultimo mulino a pietra della Calabria. Lancia su Facebook un’operazione di crowdfunding grazie alla quale raccoglie 500.000 euro da 101 soci privati, diventando il fondatore di Mulinum srl la più grande startup che sia mai stata aperta in Italia nel campo agroalimentare. Mulinum si sta muovendo per costruire in tutta ITALIA una rete di mulini in pietra naturale e di forni a legna per produrre cibo biologico, in pochi mesi dall’apertura i suoi prodotti sono distribuiti in tutta italia. Prodotti da forno e farine biologici, prodotti che sono il simbolo più autentico del coraggio di un semplice ragazzo del Sud.
  • Gianni Ferrario: conosciuto come giullare d’impresa ® FelicitAttore, è un Trainer del Buon Umore capace di catalizzare l’attenzione del pubblico ed entusiasmare grandi platee.

Da più di trent’anni pratica e insegna la meditazione profonda, dedicandosi a discipline che favoriscono la crescita interiore, l’armonia e la creatività. É stato manager per più di venticinque anni in importanti aziende.

Nel 2001 ha lanciato la TERAPIA DELLA RISATA WorkShow ©, spettacolo interattivo in continua evoluzione, di grande impatto energetico ed emozionale, che incontra sempre più consenso e successo a livello nazionale e internazionale.

  • Andrei Rosu: E’ stato un membro del gruppo pop rumeno anni ’90 Gaz pe Foc (“Gas sul fuoco”), che ha continuato a lavorare in finanza dopo che i suoi gloriosi giorni superstar sono finiti. Ha lavorato per dieci anni come guru di vendita aziendale e risorse umane prima di decidere di aver bisogno di un cambiamento. Un grande cambiamento. Diventa un corridore professionista, un recordman, un motivatore, che esegue 7 maratone e 7 ultramaratone su 7 continenti.Senza alcun background atletico, è riuscito a completare con successo la Maratona del Polo Nord di Uvu (aprile 2010), nonostante le condizioni meteorologiche e terrestri estreme. È diventato il primo rumeno a fare questa maratona e il più giovane a raggiungere mai il Polo Nord e anche il primo e unico uomo sulla Terra a suonare la batteria al Polo Nord. Vincitore della Coppa del Mondo Triple-Ironman, vice campione di Quintuple Ironman , ha completato la Deca Ironman, che comprende 38 km di nuoto, 1800 km di bici e 420 km di corsa. Il primo rumeno nuotare attraverso la Manica, in un percorso che include la corsa di 140 chilometri, il nuoto, 50 chilometri e il ciclismo 300 chilometri. Insieme alla sua squadra, ha segnato un altro record mondiale nel 2017, per il più veloce attraversamento del Mar Nero in una barca a remi.
  • Simona Atzori: nota al grande pubblico per essere una ballerina e una pittrice straordinaria. É nata priva degli arti superiori ma, nonostante ciò, ha saputo fare del proprio handicap un elemento di unicità in campo artistico. Potenziando e concentrandosi sull’uso degli arti inferiori, ha dedicato tutte le sue energie alla pittura e alla danza, discipline nelle quali il suo talento eccelle in modo oggettivo. Nel 2002 viene istituito il premio d’arte che porta il suo nome. Tale premio è stato conferito negli anni a diversi nomi noti della danza, tra i quali Carla Fracci e Roberto Bolle.
  • Niccolò Nardelli: inizia a fare giocoleria a 10 anni. Nel 2016, a 19 anni, partecipa al programma tv “Tu sì que vales” emozionando i giudici e tutto il pubblico con la sua purezza e la sua arte. Niccolò è un artista di strada, si definisce “Mercante di Gravità” che trasforma le sfere di cristallo in oggetti quasi privi di peso, trasportando chi lo guarda nel suo Sogno.
  • Simone Al Ani: Incredulità, stupore ed infine gioia. È quanto trasmette il poetico spettacolo di Simone Al Ani. Calma e sospensione ci guidano nel suo affascinante universo parallelo, che sfida la gravità e le sue leggi. È questo senza dubbio il suo pregio più evidente : la naturalezza che deriva dal tradurre per noi, la sua anima, in movimento. Giocare con sfere e cerchi è per questo artista, quanto di più naturale si possa vedere. La scelta di questi oggetti, non è casuale. Il cerchio simboleggia la perfezione. Nel cerchio non c’è né principio né fine. Simone riesce ad invitare l’energia distribuita sulla circonferenza al suo centro. Un languido gioco, in cui non vi è supremazia tra l’artista e il flusso .Una danza ove gli oggetti acquistano sempre di più vita propria .Con il candore di un bambino, Simone ci trasporta in una zona di confine, un viaggio dove , solo un filo sottilissimo separa il sogno dalla realtà.
  • Roberto Gerardi: Nel 2008, vince il concorso “Senza etichetta campus”, con presidente di giuria il noto autore Giulio Rapetti Mogol e ottiene come premio una borsa di studio per il corso del Centro Europeo di Toscolano (scuola di perfezionamento musicale). Nel 2009 lo stesso Mogol lo seleziona per cantare su RAI 1 in occasione della trasmissione “Premio Mogol”. Nel 2010 frequenta il corso Autori presso il sopracitato istituto musicale CET perfezionando ulteriormente il suo stile di scrittura grazie all’autore Giuseppe Anastasi (già autore per Arisa di molte canzoni tra le più note “Sincerità”, “La notte” e “Controvento”). Nel 2016 scrive per il Dreamers Day, la canzone Dreamers Song, che è diventata la colonna sonora dell’evento, dopo aver vinto entrambi i concorsi lanciati da School for Dreamers nel 2015, per la canzone dell’evento e per il miglior progetto imprenditoriale con “DiventUno”.
  • Andrea Bertuzzi – Land For Dreamers: Vicecaporedattore di Arbiter parlerà al Dreamers Day di un’iniziativa molto importante dedicata ai giovani: Land For Dreamers. Land Rover, con la sua ammiraglia Range Rover, in collaborazione con Arbiter, aiuterà gli under 30 che stanno muovendo i primi passi per trasformare il loro sogno in realtà. I giovani sognatori, potranno partecipare inviando i loro progetti e la giuria di «Land for Dreamers», composta da personalità di spicco del mondo dell’imprenditoria, dell’arte/design, dell’università, della cultura, tra cui la fondatrice di School For Dreamers, Francesca Del nero, selezionerà i tre migliori tra i progetti inviati, assegnando un premio di 5mila euro ciascuno.
    Qui tutti i dettagli dell’iniziativa: https://www.landrover.it/experiences/news/land-for-dreamers.html.

Guarda il video –> Dreamers Day

Per acquistare il biglietto cliccate qui: http://www.dreamersday.it/landing-page-2017/

Per maggiori informazioni sull’evento consultate il sito: www.dreamersday.it

Per maggiori informazioni sulla filosofia e le attività di School For Dreamers: www.schoolfordreamers.com

Un abbraccio e al prossimo evento da Enisla Meca

Write A Comment