Tag

shoah

Browsing

5 Film “Per non dimenticare”

Domani, 27 Gennaio sara’ “il giorno della memoria”.

Ecco 5, film da vedere e far vedere, per non dimenticare gli atroci eventi dell’olocausto.

Per tanto…troppo tempo, parlare della Shoah è stato un taboo.  Era considerato quasi sbagliato, forse perché la ferita era ancora fresca, o forse perché come avviene spesso, dopo un forte shock , la mente umana cerca di negare/rimuovere gli eventi per non provare dolore. Fatto sta, che per anni  non si è data a  questa parte della storia mondiale l’attenzione dovuta. Dagli anni Novanta in poi, si è capito che è  doveroso verso le vittime dell’olocausto, ricordare, e far luce sulle atrocità che hanno vissuto milioni di ebrei nel mondo, così si è iniziato raccogliere testimonianze, pubblicare libri e naturalmente anche girare film su questo argomento.

Quello dell’olocausto, è una delle tematiche più difficili da spiegare ai bambini,  non perché loro non siano in grado di capire, ma perché anche noi adulti non abbiamo risposte a certe domande.  Noi di “Scrivere a colori“, abbiamo stilato la nostra personale top 5 dei film che riescono in modo diverso, a spiegare quel che è successo in Italia e nel resto del mondo, nel periodo che va dal 1933 al 1945, sperando che la visione di questi film, possa aiutarvi in questa ardua impresa.

 

  1. “La vita è bella”;
  2. ” Schindler’s List”;
  3. “Il bambino con il pigiama a righe”;
  4. “Il Pianista”;
  5. Storia di una ladra di libri”;

 

descrizione:

“La vita è bella”, è un film del 1997. E’ famoso a noi italiani  perché ha consentito a Roberto Benigni di vincere un Oscar come miglior protagonista… tutti ricordiamo la felicità di Sophia Loren nell’annunciare il vincitore dell’Oscar e la stravagante reazione dell’attore, ma in pochi hanno visto e capito la pellicola.  Racconta le vicende di una giovane famiglia ebrea e della loro vita nel campo di concentramento.  Di come un papà, possa ridisegnare la vita, e con la fantasia alleviare le pene al proprio figlio.

“Schindler’s List” è un film del 1993, tratto dal libro di Thomas Keneally, e racconta la vita di Oscar Schindler, un imprenditore tedesco che con un ingegnoso escamotage riesce a salvare mille e duecento ebrei da morte sicura nei campi di concentramento.

“Il bambino con il pigiama a righe” è un film del 2008. Racconta  la storia di Bruno, il figlio di un ufficiale nazista,  e della sua amicizia con  Shmuel, un bambino ebreo  solo e affamato che è detenuto oltre i confini della casa di Bruno. Un’amicizia che supera le diversità raziali, e i condizionamenti che spesso impongono i grandi sui più piccoli.

“Il pianista” è un film del 2002, e racconta la vita del pianista ebreo Władysław Szpilman durante la seconda guerra mondiale.  Di come nonostante la musica riesca a salvarlo, ciò che ha visto e subito, ha cambiato profondamente l’anima di questo strepitoso musicista.

“Storia di una ladra di libri”, è un film del 2013 e racconta la storia di Liesel Meminger, nella Germania del 1939. Liesel è una ragazzina che ha perduto un fratellino e rubato un libro che non può leggere perché non sa leggere. Abbandonata dalla madre, e adottata da Rosa e Hans Hubermann, apprende molto presto a leggere e ad amare la sua nuova famiglia. Generosi e profondamente umani i nuovi genitori, decidono di nascondere in casa Max Vandenburg, un giovane ebreo sfuggito ai rastrellamenti tedeschi. Max completa la formazione di Liesel, invitandola a trovare le parole per dire il mondo e le sue manifestazioni. Perché le parole sono vita, alimentano la coscienza, aprono lo spazio all’immaginazione, rendono sopportabile la reclusione.

Speriamo che accogliate il nostro invito  e guardare insieme alla vostra famiglia uno dei film… spiegando la nostra storia, e facendo capire anche ai più piccoli gli errori e gli orrori del passato.

BUONA VISIONE!

Vita Maria  & Enisla