Lo step più importante per svegliarci al mattino con la pelle luminosa è usare i prodotti giusti prima di andare a dormire.

 

Durante la notte, infatti, la pelle ha esigenze totalmente diverse da quelle che ha di giorno, e ad esse dobbiamo rispondere; la crema notte quindi non è un semplice doppione della crema giorno, insomma, non è una questione di marketing, ma di cura personale fatta nel modo giusto.

 

Vediamo in dettaglio quali sono le caratteristiche della nostra alleata notturna.

 

La crema notte non deve contenere filtri solari ed è per composizione più nutriente di quella giorno, questo perché di notte la pelle tende a disidratarsi, come processo naturale, e a produrre più sebo.

Mentre dormiamo, la pelle diventa più ricettiva, assorbendo così maggiormente ciò che le spalmiamo; è opportuno quindi scegliere una crema che agevoli il processo di rinnovamento cellulare.

 

Prima di andare a letto, quindi, procediamo:

 

  • struccandoci, o il make up ostruirà i nostri pori e, quindi, il rinnovamento cellulare;
  • detergendo il viso;
  • applicando un tonico, che fa tanto bene (perché fa bene, ve lo dirò nei prossimi post);
  • chiudere la routine con la crema notte, applicando prima anche un siero anti-rughe, se si vuole ottenere un effetto potenziato.

 

Se eseguiamo questi 4 semplici e veloci step, saranno sufficienti 3 settimane per vedere netti miglioramenti: pelle più pulita, idratata e luminosa.

Rispondi