Buon giorno!

Come si dice : “la mattina ha l’oro in bocca” o “chi ben comincia è a metà dell’opera “…

Giusto?

Bene, iniziamo la mattina con un po’ di sano yoga, a letto!

Niente scuse quindi, potete fare tutte le Asana (posizioni) comodamente distesi a letto con il vostro pigiama!

1 – Savasana

Iniziamo con il renderci conto che siamo svegli, e portiamo consapevolezza sul nostro corpo distendendoci (possibilmente senza cuscino sotto la testa) a pancia in su.

Teniamo gli occhi aperti, le mani lungo i fianchi con i palmi rivolti verso l’alto, i talloni che si toccano con le punte dei piedi che cadono verso l’esterno.

Semplicemente, respirate profondamente, inspirando dal naso per 4/6 secondi ed espirando dalla bocca per un tempo pari a quello usato per inspirare. Quando espirate aprite la bocca come per emettere la lettera O e … fuori tutta l’aria… Respirate profondamente per 6 volte.

  1. – Happy Baby

Solleviamo le gambe e portiamo le ginocchia piegate verso il materasso evitando la cassa toracica. Talloni in linea con le ginocchia (piegate a 90 gradi). Con le mani prendiamo la pianta dei piedi dall’esterno e, con l’aiuto delle mani e di questa forza, spingiamo le ginocchia e il coccige il più possibile verso il materasso.

Sorridiamo, dopo tutto la posizione di chiama Happy Baby!

3 – Cobra

Da Savasana, rotolate su un fianco e portatevi a pancia sotto, fronte appoggiata al materasso e mani vicino alle spalle, gomiti stretti.

Fate una bella espirazione e con la successiva inspirazione guardate verso su e verso indietro e sollevate spalle, torace e addome lasciando solo le anche e le gambe appoggiate al materasso. Le mani premono bene al materasso e le braccia si stendono. Respirate profondamente per 5/6 volte e lentamente tornate a pancia sotto.

4- Child Pose

Siete distesi a pancia sotto, puntate le mani sopra e alla larghezza delle spalle e usate questa forza per portare i glutei sopra i talloni. La schiena e rilassata, la fronte appoggia al materasso e voi sorridete ala giornata ! Respirate profondamente. Una variante di questa posizione laddove abbiate tensione alle ginocchia e quella di posizionare tra torace e materasso il cuscino. Se invece site molto flessibili e volete lavorare sulle anche, vi consiglio di (mantenendo i piedi a contatto il più possibile) di allargare verso l’esterno le ginocchia e scendere il più possibile con il busto a contatto con il materasso.

  1. – Camel Pose

Questa Asana apre letteralmente il nostro Chakra del Cuore. E’ una asana potentissima !
Dalla posizione precedente, sollevatevi mettendovi in piedi sulle vostre ginocchia. Piedi rilassati al materasso, glutei contratti, mani tra glutei e rene con i mignoli a contatto. Schiena dritta e mento rivolto verso l’alto. Inspirate ed espirando fate “cadere” la testa indietro seguendo una linea immaginaria sul soffitto; questa è la prima parte della posizione.

Quando l’estensione della testa è al massimo (dovreste vedere la parete dietro di voi) mano sinistra e poi mano destra sui rispettivi talloni. Inspirate ed espirando spingente le anche in avanti e portate il petto al soffitto.

Come dicevo è una posizione molto potente, tutte quelle che prevedono un piegamento della schiena all’indietro sono da eseguire con estrema cautela, soprattutto la mattina.

Quindi, respirate e ascoltate bene il vostro corpo. Se la tensione è troppa fermatevi nella prima parte della posizione.

Ricordate che lo yoga è un processo, un percorso.

Da questa posizione torniamo per qualche respirazione in Child pose (la precedente).

Siamo quasi pronti per alzarci dal letto!

Rotoliamo sul fianco e lentamente, con l’aiuto delle mani ci portiamo sedute con i piedi che toccano terra (o incrociate sul materasso), inspiriamo portiamo le mani verso il soffitto con i palmi uniti, come se volessimo toccare il soffitto e stretchiamo tutta la schiena.

Espirando riportiamo le mani lungo i fianchi e ci alziamo dal letto.

Ci portiamo in Tadasana ovvero la montagna, talloni e alluci che si toccano, gambe solide (come una montagna) schiena dritta, spalle rilassate, petto aperto, mento su, palmi rivolti in avanti. Occhi aperti, respiro normale…

Porta la consapevolezza nel tuo respiro, chiudi gli occhi… So ham (un meraviglioso mantra da ripete nella mente, So quando si inspira e Ham quando si espira, il significato è molto potente vuol dire: sono qui adesso. Vivi il presente).

Dopo qualche profondo respiro, ancora con gli occhi chiusa appoggia i palmi delle mani agli occhi e lentamente sbatti le palpebre per abituarti alla luce… e …BUON GIORNO !!!

Ora inizia la tua giornata con la consapevolezza che hai scelto oggi per 15 minuti di dedicarti a te e di volerti bene di ascoltare il tuo corpo e il tuo respiro.

Namastè!

Michela

Author

Giovane creativa, amante della grafica e del Social Media Marketing. Laureata in Scienze della comunicazione presso l'Università di Modena e Reggio Emilia.

Rispondi